Per-corso per
FORMATORI PASTORALI

"Chi andrà per noi? E perché non io!". Biennio 2018-2019 Accedi

Per-corso per
FORMATORI PASTORALI

"Chi andrà per noi? E perché non io!". Biennio 2018-2019 Accedi

Per-corso per
FORMATORI PASTORALI

"Chi andrà per noi? E perché non io!". Biennio 2018-2019 Accedi

Formazione

Una delle sfide più urgenti della Chiesa che cambia

Dall’Evangelii Gaudium di Papa Francesco

  • La nuova evangelizzazione implica un nuovo protagonismo di ciascun battezzato. Questa convinzione si trasforma in un appello diretto ad ogni cristiano, perché nessuno rinunci al proprio impegno di evangelizzazione (EG 120).
  • Ogni cristiano è missionario nella misura in cui si è incontrato con l’amore di Dio in Cristo Gesù; non diciamo più che siamo “discepoli” e “missionari”, ma che siamo sempre “discepolimissionari” (EG 120).
  • Sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa, perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l’evangelizzazione del mondo attuale (EG 25).

Dagli scritti del Vescovo Enrico

  • Ogni battezzato è mandato dal Signore. La formazione è, prima di tutto, alla grande scuola dell’anno liturgico, per essere accompagnati a contemplare e vivere il mistero di Cristo. (“Credere ci manda”, Lettera pastorale 2014-2015)
  • La formazione […] è un impegno fondamentale, condizione per realizzare un’autentica corresponsabilità e per vivere il nostro mandato di discepoli missionari. (Form, Com. 2017)
  • Formazione rivolta a tutti, in particolare, agli operatori pastorali, per rimotivarne l’impegno. Formazione globale, che favorisca la familiarità con la Parola di Dio, aiuti a vivere la bellezza della liturgia ed educhi alla carità e ad uno stile di vita coerente. Formazione che aiuti anche a leggere il nostro tempo e a conoscere il volto e i volti che abitano la nostra città. Scuola per operatori pastorali. (Form. Com. 2014)
  • Mentre resta importantissima la partecipazione alle proposte formative offerte dagli Uffici Pastorali, si va verso l’elaborazione di una formazione che, raccogliendo la bella tradizione di “Operai per la sua Messe”, offra a tutti una base comune sulla quale inserire lo specifico del proprio ambito pastorale. Sarà così un aiuto alla comunione tra quanti operano nella vigna del Signore. (“Credere ci manda”, Lettera pastorale 2014-2015)

 

La formazione dei laici e l’evangelizzazione delle categorie professionali e intellettuali rappresentano un’importante sfida pastorale