14 Ott 2019 Scritto da: Segreteria

Echi dal Per-corso – Venerdì 18 consegna degli attestati

Venerdì  18 ottobre alle ore 18.00 il Vescovo Enrico Solmi consegna gli attestati  ai frequentanti del “Per-corso per Formatori Pastorali”. Sono 200 le persone che hanno regolarmente frequentato e più di 150 coloro che hanno consegnato alla commissione scientifica l’elaborato che attesta il cammino formativo intrapreso. La pagina di Vangelo che più di altre rispecchia l’esperienza vissuta in questi due anni è “Il Signore designò altri settantadue”. Siamo noi questi “altri”, persone nuove, diverse da quelli che c’erano prima.

Luca, un nostro partecipante, afferma a questo proposito: “Quando abbiamo letto questo passo del Vangelo di Luca, mi pare fosse il primo incontro del Per-corso, ho riflettuto a lungo sul messaggio: questo è stato l’atteggiamento fondamentale con cui mi sono accinto a partecipare al corso: competenza, metodo, strategie, tecniche sono elementi molto importanti uniti però alla testimonianza di vita. Prima di tutto il corso è servito ad approfondire e rafforzare la mia chiamata alla testimonianza, attraverso la lettura e l’approfondimento della Evangelii Gaudium! Le riflessioni dei relatori e l’approfondimento e la condivisione del Laboratorio Mente hanno avuto nei partecipanti  un ruolo fondamentale nell’approfondimento della propria scelta di servizio ecclesiale, mentre il laboratorio cuore ha offerto l’opportunità di interiorizzare, meditare, condividere con gli altri la propria esperienza di fede. Infine, il Laboratorio Mani ha contribuito ad elaborare la “cassetta degli attrezzi“ per portare le riflessioni, i suggerimenti verso le attuazioni concrete pastorali.”

Leggendo i vari elaborati risulta che la domanda che i partecipanti si sono posti nella sostanza è stata: “quale potrà essere il futuro della pastorale nella Diocesi di Parma con queste più di 200 persone che hanno partecipato al per-corso che saranno in giro per le Parrocchie?”.

Sono emerse diverse risposte. E’ richiesto un massimo coinvolgimento dei laici nella attività pastorale e la riscoperta di una effettiva corresponsabilità dei laici nei processi decisionali della vita pastorale

Tratti dagli elaborati diamo la parola ai partecipanti (i nomi sono di fantasia):

“Ho deciso di partecipare perché ho ritenuto fosse un’occasione interessante per formarmi e per approfondire le tematiche relative all’ Evangeli Gaudium. La mia partecipazione al percorso voleva anche essere un’occasione per conoscere e relazionarmi con persone di altre parrocchie, per fare nuove esperienze e per poi portare nuovi spunti all’interno della mia comunità parrocchiale.” (Carolina).

“Attraverso questo cammino, però, ho potuto comprendere come la gioia del vangelo sia il cuore del Vangelo e come sia tutto ciò su cui ci dobbiamo basare.” (Luca)

“Partecipando al Per-Corso ho conosciuto più in profondità l’Evangeli Gaudium e sono venuta a contatto con tante altre persone. Mi sono potuta confrontare su temi e problemi comuni a molte parrocchie. È stato un confronto sia con la Parola che con me stessa molto positivo e che potrà sicuramente portare cambiamenti positivi nelle mie azioni.” (Luigi)

“Grazie a questo Per-Corso ho compreso l’ importanza di essere uniti e aperti all’ interno della propria comunità. E, infatti, solo grazie al senso di appartenenza ecclesiale che possiamo lavorare insieme e creare una Chiesa in uscita più forte e più viva all’interno della nostra Parrocchia e all’interno dei nostri gruppi di catechismo.” (Anna)

“Se l’obiettivo del corso era quello di insegnarci a non arrabbiarci, a diventare persone migliori, a relazionarci in modo più positivo con gli altri, ad apprezzare di più le cose belle e dimenticare quelle negative, nel mio caso è stato raggiunto. Peccato che il corso stia giungendo al termine perché secondo me ogni tanto abbiamo bisogno di un po’ di allenamento.” (Maria)

“Sarò contentissima ed emozionata quando mi verrà consegnato il diplomino dell’elaborato. Peccato però che il corso sia finito, è l’unico esame nella mia carriera di formazione in cui forse non mi dispiacerebbe essere rimandata o bocciata per ripetere un’altra volta questa bellissima esperienza. Spero con il mio entusiasmo di riuscire ad emozionare tutta quanta la Parrocchia perché solo insieme possiamo riuscire a portare a termine tutti i miei obiettivi e progetti.” (Federica)

Ci vediamo venerdì 18 ottobre alle ore 18 in CPD. Verranno consegnati gli attestati di frequenza e di frequenza ed elaborato svolto. L’incontro terminerà con il rinfresco alle 20. Alle ore 20.45 si svolgerà in Battistero la Veglia Missionaria Diocesana.

Un saluto

Don Umberto